Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Reading poetico “il nostos” NON VOGLIONO MORIRE QUESTI CANNETI

17 Maggio -18:00 - 19:00

PRESENTAZIONE PADOVA - NON VOGLIONO MORIRE QUESTI CANNETI

PRESENTAZIONE del nuovo libro di

Andrea Galgano
NON VOGLIONO MORIRE QUESTI CANNETI
(collana I Passatori – Capire Edizioni)

Venerdì 17 MAGGIO – Ore 18.00
Polo Psicodinamiche
Piazzale stazione 7 Padova

Dialoga con l’autore
Irene Battaglini – Direttore della Scuola di psicoterapia Erich Fromm Prato – Padova, pittrice e saggista

INGRESSO GRATUITO

= = = = = = = = =

Andrea Galgano (1981), poeta, scrittore e critico letterario, è nato e cresciuto a Potenza. Collabora con il periodico online “Città del Monte” e per le pagine culturali del quotidiano “Roma – Cronache Lucane”.
E’ docente di Letteratura presso la Scuola di Psicoterapia Erich Fromm di Prato-Padova e fondatore e direttore responsabile di “Frontiera_di_pagine_magazine_on_line”. Ha scritto libri di poesie Argini (Lepisma, 2012) e Downtown (Aracne, 2015), per Aracne i saggi Mosaico (2013), Di là delle siepi, Leopardi e Pascoli tra memoria e nido (2014), Lo splendore inquieto (2018), e con Irene Battaglini i due volumi Frontiera di Pagine (2013, 2017) e Radici di fiume (Polo Psicodinamiche, 2013).

La voce di Andrea Galgano ci arriva da una forza doppia, ma non opposta. Da un lato la forza di un radicamento tanto beato quanto duro in una realtà, la Lucania, che già ha nutrito la voce di poeti come Sinisgalli, Scotellaro, Pierro, e la remota vivissima Morra, o il romanizzato Salvia; dall’altro una viandanza tra voci e luoghi che costituiscono non solo un elemento biografico, o un accumulo culturale, ma una necessità del suo poetare.
Troviamo e scopriamo con lui dunque paesaggi e ambienti e colori e odori, vie e vicoli di una città, Potenza e di un territorio che toglie le parole da cuori e menti concentrate e serrate, e troviamo e scopriamo, ritratti con la stessa forza, panorami interiori dettati da esperienze e dalla frequentazione dei luoghi sempre altrove cari alla poesia, in fondo all’anima o in fondo ai tunnel di viaggi e ferrovie.
Galgano è uno scultore e cesellatore delle parole, ama sentirne la forza fisica, potente o delicatissima, che evoca la viva presenza del vivente, i suoi entusiasmi, i suoi abbandoni. Perché di questo in fondo, nella ambivalente forza che la anima, si nutre la sua poesia, lettore e animatore vivace: lo stupore di fronte all’esistente, al rilievo che prendono le cose e le presenze, nella continua alba del mondo creato.

Davide Rondoni

Luogo

Padova
piazzale stazione 7, Padova
Padova, IT
+ Google Maps